Azienda

Condizioni di vendita

Art. 1

Il contraente si impegna ad avvalersi  delle condizioni di garanzia, rendimento ed assistenza fornite dal Produttore dei beni. In particolare si ricordano le principali condizioni negli articoli seguenti (art. 2, 3, 4):

Art. 2 – Consegna

3.1. La consegna avviene, ai sensi e per gli effetti dell’art. 1510 c.c., presso la sede della venditrice. 3.2. Qualora sia stato pattuito il trasporto in luogo diverso da quello della sede della venditrice, la consegna si esegue con la rimessione dei prodotti al vettore o allo spedizioniere. 3.3. A consegna effettuata, la venditrice non risponde per furto e/o danneggiamento dei prodotti forniti. 3.4. Qualsiasi termine indicato per la consegna è da intendersi come orientativo e non ha mai carattere di essenzialità. Eventuali ritardi nelle consegne, conseguenti a cause di forza maggiore, non comportano rimborsi e/o risarcimenti e/o indennizzi di qualsiasi natura e genere. Si annoverano fra i casi di forza maggiore, a titolo esemplificativo e non esaustivo, la mancanza o il ritardo degli approvvigionamenti dei materiali e/o dei prodotti, i guasti ai macchinari, gli scioperi, le condizioni atmosferiche avverse, ogni problematica relativa al trasporto (ivi compresi gli inadempimenti del corriere e/o vettore), ed in generale tutti i fatti non imputabili alla venditrice. 3.5. I termini di consegna si intendono automaticamente prorogati per il sopravvenire di cause o circostanze indipendenti dalla volontà della venditrice o qualora l’acquirente non adempia puntualmente agli obblighi contrattuali, ivi compresi i termini di pagamento, o ponga in essere condotte tali da rendere necessario lo slittamento. 3.6. Avvenuta la consegna ai sensi dei punti 3.1. o 3.2., tutti i rischi sui prodotti si trasferiscono in capo all’acquirente. 3.7. I prodotti devono essere consegnati entro 10 (dieci) giorni lavorativi dalla ricezione della «comunicazione di merce pronta», ovvero da quando viene avvertito che i prodotti possono essere consegnati. In caso di mancata presa in consegna entro il termine, il presente contratto si intenderà risolto per inadempimento dell’acquirente ai sensi dell’art. 1456 c.c. L’acquirente deve in tal caso corrispondere alla venditrice una somma pari al 10% del totale ordine iva inclusa a titolo di risarcimento del danno, oltre alle spese di magazzinaggio, manutenzione, custodia e assicurazione, oltre alle altre che si rendano necessarie, da stornare sugli acconti già eventualmente versati. 3.8. In ogni caso, la venditrice può rifiutare la consegna dei prodotti, senza che ciò costituisca inadempimento, qualora non abbia incassato gli acconti già maturati.

Art. 3 – Condizioni di trasporto

4.1. Il trasporto dei prodotti venduti è sempre a carico e a rischio dell’acquirente. 4.2. Qualora, in virtù di apposito accordo scritto, il trasporto sia effettuato dalla venditrice (con ciò intendendosi anche l’affidamento dei prodotti a vettore incaricato dalla venditrice), quest’ultima risponde esclusivamente, nei limiti stabiliti dalla legge, ai sensi dell’art. 1698 c.c. 4.3. Si ricorda, senza che ciò comporti  deroga alle disposizioni di cui agli artt. 1697, comma 3, e 1698 c.c., che il destinatario ha l’onere di sottoscrivere con riserva di verifica il documento di trasporto al momento della riconsegna (con ciò intendendo il momento in cui il vettore porta a destinazione i prodotti), qualora l’imballo presenti vizi e/o rotture evidenti, ovvero in ogni caso in cui è impossibile controllare il contenuto dei colli ricevuti, ed in ogni caso, di comunicare non appena conosciuto il danno dei prodotti non oltre 8 (otto) giorni dopo il ricevimento, la perdita o l’avaria dei prodotti, tramite raccomandata con avviso di ricevimento, a pena di decadenza della garanzia. Nel caso di accertamento della perdita o dell’avaria ai sensi dell’art. 1697, comma 3, c.c., il venditore provvederà, dopo il ritorno della merce in sede a spese dell’acquirente, alla riparazione o alla sostituzione. 4.4. Qualora sia necessario anche lo scarico in aree di cantiere, salva restando l’applicazione dell’art. 3.3., l’acquirente assume la custodia dei prodotti al momento della consegna, nonché la responsabilità per la disponibilità delle aree di scarico, ed è tenuto a rimborsare le spese sostenute dalla venditrice in conseguenza di inadempimento alle suddette obbligazioni. 4.5. L’acquirente è altresì tenuto a rimborsare le spese sostenute dalla venditrice in caso di irreperibilità del destinatario nel luogo della riconsegna.

Art. 4 – Condizioni di garanzia

5.1. L’acquirente è tenuto a denunziare tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, nei termini di legge, ogni e qualsiasi vizio dei prodotti forniti con una sintetica descrizione di esso: ogni diversa forma di comunicazione o la estrema genericità della descrizione del vizio comporta la decadenza della garanzia. Nella denunzia deve essere dichiarato il giorno esatto in cui il vizio si è manifestato e/o è stato scoperto, a pena di decadenza dalla garanzia. 5.2. La garanzia per vizi comprende la riparazione o la sostituzione (ad insindacabile giudizio della venditrice) dei componenti viziati ed il costo della relativa manodopera. Non rientrano in nessun caso nei costi di manodopera quelli relativi al montaggio e allo smontaggio dei prodotti, i quali vengono interamente sostenuti dall’acquirente. 5.3.

Per i prodotti non di fabbricazione della venditrice, l’acquirente si impegna ad avvalersi delle condizioni di garanzia, rendimento ed assistenza fornite dai relativi produttori e/o venditori, di cui dichiara di essere a conoscenza e di aver ricevuto una copia, con esonero da ogni responsabilità ed obbligo della venditrice. 5.4. Per i prodotti di fabbricazione della venditrice l’acquirente dichiara di aver ricevuto dalla venditrice i manuali di installazione e di uso e manutenzione e tutta la documentazione prevista dalla normativa tecnica di riferimento quanto al buon funzionamento dei prodotti. 5.5. In nessun caso la denunzia dei vizi può costituire motivo per ritardare, sospendere o frazionare i pagamenti. 5.6. In nessun caso la garanzia comprende: a) malfunzionamenti e/o vizi e/o danni dei prodotti verificatisi in conseguenza e/o dipendenza da montaggio e/o posa in opera e/o installazione e/o collegamento e/o progettazione non effettuati dalla venditrice; b) danni conseguenti ad inutilizzazione dei prodotti a causa dei vizi; c) malfunzionamenti e/o vizi e/o danni dei prodotti verificatisi in conseguenza di cause di forza maggiore; d) malfunzionamenti e/o vizi e/o danni dei prodotti verificatisi in conseguenza di utilizzo improprio e/o non conforme al manuale di istruzioni e/o alle regole di sicurezza; e) malfunzionamenti e/o vizi e/o danni dei prodotti dipendenti da incompatibilità dei prodotti con altri di proprietà dell’acquirente; f) malfunzionamenti e/o vizi e/o danni dei prodotti verificatisi in conseguenza di manutenzione e/o prove improprie; g) malfunzionamenti e/o vizi e/o danni dei prodotti verificatisi in conseguenza di sporcizia, fumo, sale, sostanze chimiche o altri agenti inquinanti e similari; h) malfunzionamenti e/o vizi e/o danni dei prodotti verificatisi in seguito a manomissione dei prodotti operate autonomamente dall’acquirente; i) danni a persone e/o cose verificatisi in conseguenza di condotta volontaria o negligente in violazione di norme e regole di sicurezza. 5.7. In caso di lamentato malfunzionamento di un dispositivo o componente prodotto o venduto dalla venditrice, l’acquirente è tenuto a spedirlo a proprie spese presso la sede della venditrice, previa compilazione in ogni parte di modulo di richiesta di autorizzazione al reso di materiale messo a disposizione dalla venditrice. Salvo quanto previsto dall’articolo 1513 c.c., all’esito degli accertamenti tecnici, che devono essere condotti esclusivamente dalla venditrice o presso centri autorizzati o presso terzi da essa designati, è facoltà dell’acquirente visionare presso la sede della venditrice, anche a mezzo di tecnico di fiducia incaricato per iscritto, i prodotti entro e non oltre 15 (quindici) giorni dalla comunicazione dell’esito degli accertamenti. In difetto, i risultati degli accertamenti condotti dalla venditrice si considerano accettati dall’acquirente. È salva è la facoltà dell’acquirente di richiedere per iscritto l’intervento, nel luogo ove sono ubicati i prodotti. In tal caso l’acquirente è tenuto a rimborsare le spese vive sostenute dalla venditrice, nonché a mettere a disposizione della venditrice, a propria cura e spese, tutti i mezzi, il materiale ed il personale ausiliario, nonché le opere elettriche e murarie (o diverse), che si rendono necessarie. 5.8. L’attuazione delle prestazioni eseguite in forza della presente garanzia non comporta il prolungamento del periodo originario di garanzia.

Art. 5. –  Modalità di pagamento

In caso di ritardato pagamento  sono dovuti gli interessi al tasso legale, con la maggiorazione di n. 7 (sette) punti percentuali ai sensi dell’ art. 5 DLgs.231/2002, fatto salvo il diritto della venditrice di richiedere il risarcimento degli ulteriori danni patiti.

Art 6. – Foro competente

Per qualsiasi controversia relativa all’esecuzione e/o interpretazione del presente contratto è competente in via esclusiva il foro di Terni.


PROPRIETA’ INTELLETUALE:

Idrosolart si riserva i diritti, il titolo e la proprietà intellettuale su documenti, disegni, schede tecniche fornite al contraente, il quale non potrà divulgare tale  documentazione a terzi senza preventiva autorizzazione scritta del venditore.

 

RISERVA DELLA PROPRIETA’

Idrosolart conserva la proprietà dei prodotti forniti fino all’integrale pagamento del prezzo pattuito, fermo restando che i rischi sui prodotti vengono trasferiti all’acquirente con la consegna dei beni oggetto della fornitura.

 

CONDIZIONI DI GARANZIA

Il contraentesi impegna ad avvalersi  delle condizioni di garanzia, rendimento ed assistenza fornite dal produttore Sunerg Solar e di eventuali altri produttori dei beni forniti, di cui dichiara di essere a conoscenza e di aver ricevuto una copia, con esonero di ogni responsabilità ed obbligo della venditrice.